Senza categoria



DGR 526/20: Formazione finanziata Con il banco FSE DGR 526/20 “IL VENETO DELLE DONNE” la Regione del Veneto intende sostenere le donne che lavorano nelle imprese, di diversi settori e dimensioni, attraverso interventi formativi con finalità di empowerment femminile. Il progettoConfartigianato Imprese Venezia, attraverso il suo centro di formazione Con-Ser, propone un progetto, completamente finanziato, della durata di 30 ore, che coinvolge le aziende in percorsi che consentiranno l’acquisizione, l’aggiornamento e l’incremento di competenze digitali e trasversali. L’idea è di organizzare due percorsi attivabili con almeno 6 partecipanti: uno su Venezia Centro storico e uno su Cavallino-Treporti rivolto alle aziende che operano del Litorale e nell’isola di Burano.​ Chi può aderireImprese interessate a formare personale femminile.  Donne imprenditici, collaboratrici e libere professioniste.​ Importante!Tutte le attività sia formative che consulenziali  sono gratuite per le partecipanti. In caso di approvazione del progetto alle stesse partecipanti potrà essere previsto il riconoscimento di determinate spese di attrezzature per l’adozione di modelli di lavoro agile finanziabili mediante risorse FESR. L’unico impegno richiesto è la frequenza minima obbligatoria per il 70% del monte ore delle attività (21 ore su 30). Contenuti – Analisi del proprio punto di riferimento2 ore – Consulenza individuale – Percorso SOFT SKILLS TRAINING – motivare al […]


Approfondisci

Con la riapertura dei cantieri è emerso il problema di come garantire il pasto al personale dipendente. In questi primi giorni di riapertura le aziende dell’edilizia e del comparto casa in generale si stanno arrangiando alla meno peggio. Fortunatamente l’ultima ordinanza regionale che riprende il decreto del governo del 26 aprile, lascia intravedere una soluzione di più lungo respiro dando la possibilità alle aziende della ristorazione di aprire i propri locali a solo uso servizio mensa. La normativa impone la redazione di uno specifico contratto di mensa aziendale che dovrà essere stipulato tra azienda e ristoratore. Di seguito è riportato l’elenco dei ristoranti e delle trattorie operanti nella Venezia insulare che hanno già comunicato la propria disponibilità. Tutti gli esercenti interessati possono comunque contattare l’Ufficio Categorie (tel. 041 5299270 – mail: ufficio.categorie@artigianivenezia.it), che provvederà ad un pronto aggiornamento. Per l’attivazione del servizio la procedura è la seguente: 1) Le aziende del comparto casa prendono accordi con i ristoratori e li invitano a contattare l’Ufficio Categorie affinché aderiscano all’iniziativa; 2) Il ristoratore comunica all’Ufficio Categorie i propri dati per l’inserimento nel sito di Confartigianato Venezia; 3) ll singolo ristoratore sottopone all’azienda un contratto di fornitura di mensa aziendale che dovrà riportare […]


Approfondisci

Restrizioni allentate: la nuova ordinanza regionale Una nuova ordinanza, in vigore dalle 15.00 di venerdì 24 aprile. È quella firmata nel primo pomeriggio di ieri dal presidente della Regione Veneto Zaia. Riportiamo le disposizioni de nuovo provvedimento di diretto interesse per il comparto dell’artigianato rimandando per una lettura integrale al testo dell’ordinanza. 1. Gelaterie, Pizze al taglio, pasticcerie, gastronomie, ecc. Consentita la vendita di cibo per asporto Al punto 1 è disciplinata la vendita di cibo da per asporto che sarà effettuata, per quanto possibile, previa ordinazione online o telefonica. Gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati dovranno essere dilazionati nel tempo e comunque garantire un metro di distanza tra le persone e l’utilizzo da parte di esercenti e clienti di mascherine e guanti, o quanto meno di prodotti per l’igienizzazione. All’interno dei locali sarà ammesso solo un cliente per volta, per il tempo strettamente necessario per ritirare i prodotti e pagare. Rimane sospesa ogni forma di consumo sul posto ed è altresì confermata la possibilità di consegna a domicilio. 2. Abbigliamento per bambini, librerie e cartolerie Negozi di abbigliamento per bambini, cartolerie e librerie potranno rimanere aperti seguendo l’orario consueto (domeniche escluse). Revocata quindi la disposizione per la quale […]


Approfondisci

  COVID-19 Attività di manutenzione del verde e vendita di prodotti florovivaistici Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale n. 37 del 3 aprile 2020 e n. 38 del 4 aprile 2020 GIARDINIERI Come è noto le recenti disposizioni in materia di gestione dell’emergenza da coronavirus, vietano le attività di realizzazione e manutenzione del verde. Il codice ATECO 81.30 (cura e manutenzione del paesaggio inclusi parchi, giardini e aiuole) non risulta infatti inserito negli allegati del DPCM 22 marzo 2020 e del DM 25 marzo 2020. La categoria con grande senso di responsabilità ha da subito seguito le indicazioni governative soprattutto per la tutela della salute dei propri committenti e dei propri collaboratori, cessando ogni attività. Ciò premesso, per il tramite della nostra Organizzazione nazionale, ci siamo attivati formalmente per segnalare al Ministero dello Sviluppo Economico l’opportunità di riprendere al più presto l’attività di manutenzione del verde (sia nel pubblico che nel privato), sussistendo la possibilità che a breve si presentino problemi legati alla sicurezza e all’igiene pubblica. Ricordiamo inoltre, sempre con il fine di tutelare i cittadini, che gli unici operatori che possono eseguire operazioni di manutenzione del verde pubblico e privato, sono quelli in possesso dei requisiti previsti dalla […]


Approfondisci

Alleghiamo il nuovo decreto che, di fatto, impone un ulteriore stretta a molte attività anche del nostro settore sia artigiano che del commercio. Purtroppo come avrete capito i decreti che stanno uscendo non sono chiari e spesso lasciano dei vulnus che non permettono anche a noi di essere pienamente esaustivi. Siamo comunque in costante contatto con Enti Locali e i vari ministeri per i chiarimenti dovuti, vi preghiamo comunque di leggere il suddetto decreto facendo molta attenzione soprattutto all’Allegato I dove vengono esplicitate le attività CHE POSSONO STARE APERTE. Attenzione però vi evidenziamo 2 importanti passaggi che esulano dall’Allegato I: – (Rif. Art 1 let. d) restano sempre consentite anche le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 1, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla lettera e), previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva, nella quale sono indicate specificamente le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei prodotti e servizi attinenti alle attività consentite; il Prefetto può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni di cui al periodo precedente. Fino all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività, essa è […]


Approfondisci

  È in atto un processo di trasformazione dell’industria del viaggio: da turismo degli “oggetti” a “turismo dei significati”. Anche il concetto di viaggio si sta trasformando verso forme più evolute e sofisticate di tipo motivazionale, che richiedono di riprogettare l’offerta turistica in un’ottica esperienziale e creativa. Saranno richieste forme di collegamento sempre più stringenti tra mondo del turismo, mondo della rete e delle tecnologie creative. Queste tre sfere destinate a mescolarsi sempre di più utilizzeranno lo stesso linguaggio. Assisteremo inoltre nei prossimi anni al passaggio dalla società dell’informazione a quella dell’immaginazione, attraverso uno sviluppo tecnologico dal volto umano. E su questo terreno l’artigianato veneziano ha delle importanti carte da giocare. interventi: – Dal turismo degli “oggetti” al “turismo dei significati”: il caso Venezia e il turismo come industria creativa relatore: Cécile Rousset, Vivo Venetia – esperta di progettazione di eventi turistici – Imagination and Creative Technology: turismo e tecnologie digitali, un binomio imprescindibile relatore: Marco Scurati, esperto di comunicazione digitale introduce: Enrico Vettore, Responsbile Categorie di Confartigianato Venezia La partecipazione al seminario è gratuita previa registrazione preventiva su EVENTBRITE al link: PRENOTA IL TUO POSTO QUI L’iniziativa è parte integrante del progetto “Tourist Experience Design e micro distretti veneziani” […]


Approfondisci

Negli ultimi quarant’anni il numero dei residenti e delle imprese artigiane con sede nel Centro storico si è dimezzato. Un filo doppio lega quindi la popolazione della Città d’acqua con il settore economico che più di ogni altro l’ha contraddistinta nel corso dei secoli. È ormai evidente che in assenza di interventi drastici e duraturi il Centro storico sia destinato a perdere irreversibilmente i caratteri di complessità urbana. Come è altrettanto chiaro che la salvaguardia di Venezia non possa prescindere dalla tutela e dal sostegno di quel che resta del suo artigianato: ancora collante sociale, ancora generatore di reddito e occupazione, oltre che di bellezza e benessere. Un’altra Venezia potrebbe essere ancora possibile, il dubbio amletico è a chi e a quanti realmente interessa. La partecipazione è gratuita previa prenotazione dal link: PRENOTA IL TUO POSTO   Introduce: ANDREA BERTOLDINI, Presidente Confartigianato Imprese Venezia Intervengono: ENRICO VETTORE, Responsabile Categorie Confartigianato Venezia GIANNI DE CHECCHI, Direttore Confartigianato Imprese Venezia GIORGIO BRUNETTI, Professore di economia aziendale ed editorialista FRANCESCO GIAVAZZI, Professore di economia politica ed editorialista segue dibattito Moderatore e conclusioni: Gianni De Checchi Sono presenti in sala i coautori dello studio “ARIFFARAFFA” Federico Della Puppa e Andrea Favaretto   Per Info e […]


Approfondisci

Finalmente pubblicato l’elenco! Come molti di voi già sapranno durante le festività natalizie, in data 28 dicembre 2018, è stato pubblicato in allegato al Decreto della Direzione Generale Educazione e Ricerca n. 183 del 21 dicembre 2018 l’elenco dei candidati in possesso dei requisiti ex art. 182 del decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), ai quali è attribuita la qualifica di Restauratore di beni culturali, con l’indicazione dei settori professionali di competenza. Sulla base di quanto comunicatoci dalla nostra Organizzazione nazionale Il MIBAC precisa che è stata rivalutata anche la posizione dei candidati che, pur non avendo inviato memorie a seguito di preavviso di rigetto, sono risultati in situazioni analoghe a quanti in sede di esame delle osservazioni/controdeduzioni sono stati oggetto di decisioni di maggior favore, al fine di assicurare parità di trattamento. Con il Decreto n. 192 del 28 dicembre 2018 della Direzione Generale Educazione e Ricerca vengono altresì pubblicati gli elenchi di coloro i quali hanno conseguito la Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali abilitante alla professione di restauratore di beni culturali (classe LMR/02) o titoli equipollenti, ai sensi dell’art. 29 del decreto legislativo 22 gennaio 2004 […]


Approfondisci

Il ruolo del committente, del professionista e dell’impresa esecutrice dei lavori relatore. Avv. Giovanni Scudier, studio legale Casella e Scudier (PD) Martedì 4 dicembre – ore 17.00 c/o Laboratorio UNISVE Dorsoduro San Barnaba 1149/a – Venezia Al termine dell’incontro verrà illustrata la nuova edizione di “Cantiere Venezia”, la guida curata da Confartigianato Imprese Venezia comprendente l’osservatorio prezzi utile alla formulazione dei preventivi per le imprese e i professionisti nell’ambito degli interventi di restauro e manutenzione degli edifici siti all’interno della Venezia insulare. Verrà inoltre presentata la nuova campagna di sensibilizzazione nei confronti del cittadino a tutela delle imprese che operano regolarmente. Si ringrazia l’azienda nostra associata UNISVE per aver messo a disposizione in forma totalmente gratuita il proprio spazio eventi. La partecipazione al seminario è gratuita, previa prenotazione obbligatoria tramite la compilazione della scheda allegata alla presente Ulteriori informazioni: Ufficio Categorie, tel. 041 5299270.   Seminario 04.12.18 _scheda adesione


Approfondisci