Impianti

Gli impianti elettrici, termici, idraulici diventano sempre più “intelligenti” e chi si occupa di installazione e manutenzione non può che adeguarsi. Gli artigiani installatori e manutentori sono sempre più tecnologici e specializzati per soddisfare le nuove esigenze dei consumatori e anticipare le tendenze di un mercato in profonda evoluzione compatibilmente con la specificità del tessuto urbano veneziano. Inoltre, sono in grado di supportare i clienti che intendono accedere alle agevolazioni fiscali (sostituzione caldaia ad alta efficienza energetica, impianti di illuminazione a basso consumo energetico, solare termico etc..).

Presso Confartigianato Venezia gli impiantisti sono suddivisi in:

- Antennisti elettronici
- Ascensoristi
- Bruciatoristi
- Elettricisti
- Frigoristi/Condizionamento
- Servizi antincendio
- Termoidraulici
Download
9



News del settore

Ricordiamo che già da alcuni anni INPS non invia più nessun modulo per effettuare i versamenti dei contributi previdenziali dei titolari, soci e collaboratori di aziende artigiane e commerciali. I dati si possono recuperare dal sito dell’Istituto attraverso il cosiddetto PIN DISPOSITIVO di ogni singolo assicurato, PIN che deve essere richiesto all’INPS. Confartigianato Venezia può fornire il servizio di accesso nel cosiddetto “Cassetto Previdenziale” del singolo oggetto assicurato, accedendo con le proprie credenziali e stampare i dati validi per tutto il 2020. Chi ci ha già incaricato gli anni scorsi, può presentarsi direttamente a maggio presso i nostri uffici per il ritiro della documentazione necessaria al fine di poter effettuare il pagamento INPS per l’anno 2020. Chi non ci avesse mai sottoscritto la delega e fosse interessato al servizio, deve passare di persona presso i nostri uffici, con valido documento di riconoscimento, al fine della sottoscrizione. Queste le aliquote ed i minimali del 2020:   Per le aziende artigiane, i contributi sono pari al 24,00% per il 1° scaglione (fino a Euro 47.379,00) e al 25,00% per il 2° scaglione (fino a Euro 78.965,00) dei redditi d’impresa (minimale Euro 15.953,00).   Per le aziende commerciali le percentuali sopra citate sono aumentate dello 0,09%. Per […]


Approfondisci

I commi da 184 a 197 della Legge n. 160/2019 hanno apportato importanti modifiche al calcolo degli ammortamenti relativi ad acquisti di beni materiali e/o immateriali.   Con la proroga del super/iper ammortamento, dal 1/1/2020 è previsto il riconoscimento di un credito d’imposta:   beni strumentali “generici” spetta un credito d’imposta pari al 6% del costo; beni strumentali “Industria 4.0” spetta un credito d’imposta differenziato in base al costo sostenuto (40% fino a € 2,5 milioni, 20% da € 2,5 a € 10 milioni); beni immateriali il credito d’imposta è pari al 15% del costo.   I crediti d’imposta spettano per gli investimenti di beni nuovi effettuati nel 2020 (nonché entro il 30/6/2021) anche in leasing, ad esclusione di:   veicoli di cui all’art. 164 comma 1 Tuir (ossia i veicoli non usati esclusivamente come beni strumentali, né adibiti ad uso pubblico, né assegnati in uso promiscuo ai dipendenti); beni materiali con coefficiente di ammortamento inferiore al 6%; fabbricati e costruzioni.   Il credito d’imposta decorre dal 01/01/2021 ed è diviso in 5 quote annuali.   CONDIZIONE IMPORTANTE: le fatture devono riportare l’espresso riferimento alle disposizioni normative, pena il mancato riconoscimento del credito d’imposta. Dicitura da indicare in fattura: “Acquisto per il quale è […]


Approfondisci

  Dopo la raccolta fondi ”Rialziamoci, rialziamola” sottoscritta da Confartigianato Venezia per poter erogare un sostegno economico alle aziende che hanno subito i danni maggiori durante l’acqua alta eccezionale del 12 novembre, oggi le aziende socie Confartigianato Venezia, potranno fare domanda per ricevere gli aiuti necessari. Vi aggiorniamo sulle corrette procedure per la chiusura della pratica di rimborso presentata al Commissario per l’Acqua Alta tramite i nostri Uffici entro il 30 Gennaio 2020. Dopo il colloquio di Venerdì 21 Febbraio, avuto con la struttura commissariale, vi riportiamo di seguito la documentazione necessaria per la liquidazione del contributo. Ricordiamo, infatti, che la struttura commissariale procederà con la chiusura della pratica, da inviare sempre per via telematica, quando saranno esibiti i seguenti documenti: 1) Fatture quietanziate: tutte le fatture, comprovanti le spese sostenute, dovranno essere intestate al richiedente il contributo e quietanziate, ovvero riportare la scritta “pagato” con timbro o firma del fornitore del bene (questo potrà essere valido anche per il pagamento con contanti entro il limite dei 3 mila euro). Nel caso di fatture pagate con bonifico bancario dovrà essere prodotta la ricevuta attestante l’avvenuta esecuzione del bonifico (contabile) oppure l’estratto conto bancario, attestante l’effettivo prelievo della cifra indicata nella fattura. Fanno […]


Approfondisci

Tutte le news

Con la Legge di Bilancio, diventa operativa la Manovra economica varata dal Governo per il 2022. I  capitoli sono molteplici, così come le novità e le opportunità per leimprese.  Abbiamo,  perciò,  organizzato un incontro di approfondimento per fornire  una  prima  panoramica  sia  sulle novità sia sulle opportunità ma anche sulle problematiche connesse al mondo dell’artigianato. L’evento si  svolgerà in modalità webinar, martedì 15 febbraio, alle ore 18.30 ed è rivolto a tutte le imprese associate. L’occasione consentirà di  approfondire le novità più importanti per leimprese artigiane introdotte dalla Legge di Bilancio, quali: -la riduzione dell’Irpef e la soppressione dell’Irap per imprese individuali e lavoratori autonomi,  -gli  interventi  per  la  stabilizzazione triennale sino al 2024 degli  incentivi  per  la riqualificazione edilizia ed energetica, -il sisma bonus e il bonus mobili e la proroga dei superbonus 110% sia per interventi su condomini che singole unità unifamiliari nonché, purtroppo,  la conseguente problematica, dovuta alla limitazione della cessione dei bonus fiscali. Altri importanti novità le possiamo trovare anche nella parte relativa almercato del lavoro con, ad esempio, i ridefiniti incentivi occupazionaliattraverso una riforma degli ammortizzatori sociali e con l’istituzionedell’assegno unico universale. Per fornire, quindi, un  primo quadro di approfondimento la nostra Organizzazione metropolitana,  in collaborazione con la nostra Associazione, ha creato questo webinar. Per il collegamento cliccare sul seguente link: https://call.lifesizecloud.com/extension/4647007. Interverranno: Enzo Cillo, coordinatore Commissione fiscale Confartigianato Imprese Veneto e Daniele  Scremin, responsabile  […]


Approfondisci
08 Feb 2022

Fablab Venezia, in collaborazione con Confartigianato Venezia, mercoledì 16 febbraio 2022, apre le sue porte per un open day gratuito, dalle 10.00 alle ore 18.00. Artigiani e creativi del digitale potranno visitare il laboratorio, presso il Parco Scientifico Tecnologico VEGA, in Via delle Industrie 9 a Marghera (VE). Fablab Venezia, in collaborazione di Confartigianato Venezia, supporta la sperimentazione creativa e la digitalizzazione. Sarà un’occasione per scoprire tutti gli strumenti e acquisire le prime conoscenze per innovare processi e progettare nuovi prodotti, grazie alle tecnologie digitali. I partecipanti avranno la possibilità di scoprire il nuovo macchinario di Fablab in grado di fresare e stampare in 3d. Per iscriversi: https://forms.gle/amE2ed7bQvcffYr99


Approfondisci
31 Gen 2022

Ufficialmente in Gazzetta Ufficiale, il Decreto Sostegni-ter che modifica l’art. 121 del Decreto Legge n. 34/2020. Si limita così ad una, la possibilità di cessione del credito da detrazione fiscale Bonus edilizi e cessione del credito: dal 7 febbraio trasferimenti a catena vietati. Dura presa di posizione di Confartigianato di fronte all’ennesima ingerenza della politica alla libertà organizzativa delle piccole imprese: per limitare abusi e frodi servono i controlli non le limitazioni! Si attendeva solo la pubblicazione in Gazzetta per rendere ufficiali le modifica all’impianto previsto dal Decreto Rilancio per la cessione del credito. Pubblicazione che è puntualmente arrivata con la Gazzetta Ufficiale Gazzetta n. 21 del 27 gennaio 2022 dove troviamo il Decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4. L’analisi. Stop alla cessione del credito senza limiti Le  nuove  disposizioni  previste  dal  Sostegni-ter, in vigore dal 7 febbraio  2022,  hanno  modificato  l’art.  121,  comma 1 del Decreto Rilancio. La  novità è che sarà consentita una sola cessione per i crediti da  bonus  edilizi e bonus anti Covid. Il beneficiario della detrazione potrà ancora cedere il credito ad altri soggetti, compresi banche ed  intermediari  finanziari, ma questi non potranno cederlo a loro  volta.  Allo stesso modo, fornitori e imprese che praticano lo sconto  in fattura, […]


Approfondisci
NOT_FOUND