Comunicazione

Gli artigiani sono protagonisti della società dell’immagine, della comunicazione e della rivoluzione digitale: fotografi, grafici, ma anche imprese specializzate nell’ICT, nella produzione di software e stampa 3D sono forse gli imprenditori che più di altri hanno dovuto modificare, modellare e reimpostare il proprio lavoro.
I cambiamenti tuttora in atto però, non hanno minimamente alterato i valori tipici di questo settore dell’artigianato: competenza e qualità finalizzate a potenziare l’efficacia e la fruibilità del messaggio, sia esso artistico, informativo o commerciale.

Presso Confartigianato Venezia, il settore comunicazione è suddiviso in:

- Cartellonistica/Insegnistica
- Fotografia e stampa digitale (anche 3D)
- Grafica e creazione siti web
- Informatica
- Legatoria
- Multimedia
- Tipografia e stampa off set
Download
9



News del settore

Tutte le news

20 Dic 2020

Vi informiamo che il Comune di Venezia avrebbe deciso di concedere un’ulteriore proroga del termine di pagamento della COSAP (plateatico) e CIMP (mezzi pubblicitari) dovute per il 2020  le cui scadenze erano state già prorogate e attualmente fissate al 31/12/2020. L’informativa ufficiale della ulteriore proroga (al 31 maggio 2021) è però subordinata alla delibera della prossima Giunta Comunale prevista per lunedì 21 dicembre 2020. Al  fine di poter usufruire della possibile  proroga, consigliamo di attendere nostre notizie prima di effettuare il pagamento la cui attuale scadenza è stabilita, come già detto, per il 31 dicembre 2020. Seguiranno altre informazioni al riguardo. Per altre informazioni o per avere aggiornamenti in tempo reale potete sempre  contattarci in sede centrale (Ufficio Segreteria Servizi, tel. 041 5299250)  o contattando i ns. Uffici di zona.


Approfondisci
17 Dic 2020

Il provvedimento, già pubblicato sul BUR regionale, mantiene inalterate tutte attività produttive e commerciali ma dalle 14 prevede un nuovo divieto; per dirla in maniera semplice, si lavora solo con abitanti del proprio territorio comunale per distribuire il flusso commerciale. Questo è il punto nodale del nuovo provvedimento. Il provvedimento entrerà in vigore sabato 18 dicembre p.v. e resterà valido fino al mercoledì 6 gennaio 2021; l’obiettivo è chiaro: vietati gli spostamenti fra comuni a partire dalla ore 14,00 e fino alle 22,00 quando scatta il coprifuoco; quindi chi deve andare fuori comune ci va di mattina. Pertanto, se non subentrano ulteriori chiarimenti o diverse interpretazioni, ad oggi la situazione è la seguente:· la chiusura dei confini comunali dalle 14.00· le attività commerciali aperte dalle 14.00 alle 21.00 per soli residenti· uscita dal proprio Comune dopo le 14.00 per motivi di lavoro e sanitari· ci si potrà spostare per fare la spesa dopo le 14.00, nel caso non ci sia un supermercato nel proprio Comune Sono previste deroghe con autocertificazione (modello allegato) per:· Parrucchiere e lavanderie – deroga· Minori e mezzi pubblici – deroga· Alberghi e seconde case – deroga· Ristoranti e pranzi – deroga morbida: i ristoranti potranno servire […]


Approfondisci
26 Nov 2020

La nuova ordinanza del Presidente della Regione appena firmata prevede, a partire da oggi, Giovedì 26 novembre, in aggiunta alle precedenti disposizioni, sono consentiti anche menù su supporto usa e getta e negli esercizi di somministrazione alimenti/bevande il liquido igienizzante deve essere disponibile all’entrata degli stessi, su tutti i tavoli e nei bagni. Rimandando alla lettura integrale del testo dell’ordinanza riportiamo di seguito i punti salienti del nuovo provvedimento.Confermato l’uso obbligatorio della mascherina, salvo per bimbi sotto i 6 anni, per i disabili e per chi svolge attività sportiva a livello professionistico. – Consentite corse e passeggiate in parchi e aree verdi mantenendo il distanziamento di almeno un metro di distanza. Si potrà fare attività motoria nei centri storici o nei luoghi di mare e montagna solo se si è residenti in quella zona. – Una persona per nucleo familiare nei supermercati, a meno che non si tratti di persone non autosufficienti o minorenni. – Vietati i mercati all’aperto nei Comuni che non possono garantire la perimetrazione del mercato, convogliando gli accessi in un unico varco di entrata e un unico di uscita, uniti alla sorveglianza dell’area di vendita. – Consigliata l’apertura dedicata agli Over 65 nelle prime due ore […]


Approfondisci
NOT_FOUND