Autoriparazione

Rientrano nell’attività di autoriparazione tutti gli interventi di sostituzione, modifica e ripristino di qualsiasi componente dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore, nonché l’installazione, sugli stessi veicoli, di impianti e componenti fissi.

L’Italia dei motori è in buone mani. Dalle auto ai camion alle moto, nessun veicolo sfugge all’abilità e all’innovazione tecnologica degli artigiani dell’autoriparazione.

Presso Confartigianato Venezia, per quanto gli operatori non siano particolarmente numerosi e inevitabilmente operano quasi esclusivamente al Lido di Venezia e nel litorale di Cavallino Treporti, il settore dell'autoriparazione è suddiviso in:

- Meccatronica
- Carrozzeria
- Revisione Veicoli
Download
9



News del settore

Tutte le news

08 Gen 2021

Si  allunga  il  periodo  di  restituzione  del prestito fino a 30.000 euro garantito  dallo  Stato, gestito da Mediocredito Centrale, una delle misure principali  del Decreto Liquidità varata per dare la possibilità alle tante attività economiche  colpite  dalle  restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, di far fronte al problema della liquidità a breve. Lo  strumento, prorogato di sei mesi fino al 30 giugno 2021, è stato finora utilizzato da un milione e 50.000 beneficiari, tra piccole e medie imprese, professionisti, negozianti, studi professionali e società varie. L’allungamento  del  periodo  di rimborso e la proroga, sono previsti dalla legge  di  bilancio approvata a fine dicembre. Cinque anni in più, sono una boccata  d’ossigeno  decisamente  importante,  soprattutto alla luce di una crisi  economica della quale ancora non si vede la luce in fondo al tunnel.D’altronde  con  il  virus  che  continua a diffondersi è difficile fare unpronostico  su  quando  zone  rosse  e conseguenti lockdown non saranno più necessari. Potranno  usufruire  della nuova opportunità anche tutti coloro che, avendo già ottenuto il prestito, ne faranno domanda. La norma prevede infatti che «il  beneficiario  dei  finanziamenti  già concessi alla data di entrata in vigore  della  presente  legge,  può  chiedere  il prolungamento della loro durata  fino  alla durata massima di 15 anni, […]


Approfondisci

Vi informiamo che il Comune di Venezia, con deliberazione della Giunta Comunale del 21 dicembre 2020, ha deciso di concedere un’ulteriore proroga del termine di pagamento della COSAP (plateatico) e CIMP (mezzi pubblicitari) dovute per il 2020 le cui scadenze peraltro erano state già prorogate e fissate al 31/12/2020. Il nuovo termine per il pagamento in un’unica rata è fissato per lunedì 31 maggio 2021. Ricordiamo altresì che sussiste la possibilità di poter effettuare il pagamento in forma rateale con i seguenti criteri e date: -per COSAP (plateatico) se l’importo è superiore a Euro 258,00: 1^ rata 31 maggio, 2^ 30 giugno, 3^ 31 luglio e 4^ ed ultima rata 31 agosto 2021; -per CIMP (mezzi pubblicitari) se l’importo è superiore a Euro 516,00: 1^ rata 31 maggio, 2^ 30 giugno, 3^ 31 luglio e 4^ ed ultima rata 31 agosto 2021. La proroga del termine di scadenza vale anche per i contribuenti che avessero già ricevuto comunicazioni di pagamento con scadenze diverse. Non rientrano nella proroga le occupazioni temporanee per cantieri edili, nè le autorizzazioni per pubblicità temporanee. Per altre informazioni potete contattarci in sede centrale: Ufficio Segreteria Servizi, tel. 0415299250 o contattando i ns. Uffici di zona.


Approfondisci
22 Dic 2020

Come noto, nei giorni scorsi il Governo ha varato un altro provvedimento (DECRETO-LEGGE 18 dicembre 2020, n. 172) che introduce regole per gli spostamenti e per l’esercizio di alcune attività economiche nel periodo natalizio ovvero dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021. Ne consegue che l’Ordinanza regionale attualmente operativa (n. 169 del 17/12/20) decade con l’entrata in vigore del Decreto Legge in questione. Per tentare di contenere ulteriormente la diffusione del virus con questo nuovo provvedimento il Governo ha individuato alcuni giorni ai quali applicare regole vigenti per zone ROSSE ed agli altri giorni con regole delle zone ARANCIONI già individuate con il precedente provvedimento DPCM 3 dicembre 2020. In sostanza: GIORNI ROSSI SONO i giorni festivi e prefestivi quali il 24, 25, 26, 27 e31 dicembre 2020; 1, 2 e 3 gennaio; 5-6 gennaio 2021 e le regole prevedonoin sintesi: -coprifuoco dalle 22 alle 5 (il Capodanno 1 gennaio dalle 22 alle 7) vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute;-vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro (autocertificazione), chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7.-chiusura dei negozi fatta eccezione […]


Approfondisci
NOT_FOUND