News



Richiesto l’annullamento del DM 154 del 2017 in materia di appalti pubblici di lavori su beni culturali tutelati Eccesso di potere, disparità di trattamento, violazione dei principi della concorrenza   La nostra Organizzazione nazionale lo scorso 22 dicembre ha provveduto a depositare, tramite gli Avv.ti Trombetta e Fedele, il ricorso avverso al MiBACT per l’annullamento del Decreto n. 154 del 22.08.2017 “Regolamento sugli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati” ai sensi del decreto legislativo 22.01.2004 n. 42 di cui al D.L.vo 18.04.2016 n.50 pubblicato in G.U. 252 del 27.10.2017.   Il ricorso, presentato congiuntamente con CNA e ARI, si basa sui seguenti motivi: – eccesso di potere per la violazione e la falsa applicazione degli artt. 3 e 97 della Costituzione e degli artt. 29 e 182 del D.Lgs 42/2004 e 1,comma 1 bis L. 7/2013 e del D.M. 86/2009; – violazione dell’art. 146 comma 4 del D.Lgs 50/2016 (Codice degli appalti) e eccesso di delega e di potere, nonché la disparità di trattamento per la qualifica di restauratore; – violazione dei principi di concorrenza e di massima partecipazione alle gare d’appalto. Come potrete leggere nel documento allegato, il ricorso mette in evidenza gli aspetti legati alle […]


Approfondisci

ANALISI DEL COMPORTAMENTO NEL TEMPO, DEI MUTAMENTI INDOTTI DAGLI INTERVENTI, PROPOSTA DI INDIRIZZI PROGETTUALI Nel centro storico di Venezia, costituito da 20.000 edifici di antica origine a carattere monumentale o di tessuto urbano, il carattere dei fronti rappresenta una delle principali risorse culturali e turistiche, dunque anche economiche. Questo carattere è in gran parte correlato alla qualità delle superfici, sia murarie che intonacate, che sono sottoposte principalmente a due tipi di dinamiche di mutamento interagenti, che producono modifiche, sia fisiche che figurative. Da un lato il degrado che, a Venezia, comporta peculiari fenomenologie e assume altrettanto specifiche localizzazioni. In particolare, il problema dell’umidità di risalita coinvolge soprattutto la parte basamentale degli edifici, connotandone fortemente le murature e contribuendo alla formazione di “geografie di alterazione” che hanno un notevole impatto anche sull’immagine complessiva della città. Il rapporto con l’acqua, connaturato al sito, ha comportato nel tempo una tradizionale tolleranza nei confronti delle forme di degrado fisico ad essa correlate che, a tratti, fa parte della fisiologia di questo luogo e, nella storia della cultura della città, ha assunto anche una valenza poetica e culturale. Tuttavia, la forte accelerazione ed escursione dei fenomeni, nel corso dell’ultimo secolo, rende urgente il contrasto dell’aspetto […]


Approfondisci

Si ricorda che dal 1 Gennaio 2018 sono scattate nuove norme per la commercializzazione dei sacchetti di plastica forniti dai venditori ai consumatori. L’aspetto rilevante è che da tale data tutte le tipologie di borse di plastica non potranno più essere omaggiate, ma distribuite esclusivamente a pagamento con l’indicazione di una distinta voce di spesa sullo scontrino fiscale o fattura. Tale obbligo riguarda sia le borse monouso che quelle riutilizzabili. Anche se la ratio appare incomprensibile e ogni tentativo di chiarimento del legislatore non convince, purtroppo gli obblighi previsti dal maxiemendamento sul Mezzogiorno recante le nuove e più restrittive disposizioni riguardanti le “Nuove regole per la commercializzazione dei sacchetti di plastica” (legge di conversione 3 agosto 2017, n. 123) sono chiari. Questi i principali divieti: 1) è vietata la commercializzazione di borse di plastica in materiale LEGGERO (con uno spessore della singola parete inferiore ai 50 micron) fatte salve le borse ultraleggere (spessore pareti inferiore ai 15 micron con materia prima rinnovabile non inferiore al 40% ), ma solo per utilizzo di imballo primario per generi alimentari freschi 2) è permessa la commercializzazione di borse di plastica riutilizzabili solo per il trasporto secondo le specifiche riportate in tabella 3) è […]


Approfondisci
13 dic 2017

FISCO? BUROCRAZIA? Roba da matti!       Senza le opportune modifiche l’insieme dei provvedimenti di impatto fiscale rischiano di essere un salasso da 107 milioni di euro di nuovi costi per le imprese artigiane venete. “E’ giunta l’ora, in questo Paese, di cambiare il fisco”! Anche Confartigianato Venezia alza la voce ! Le imprese artigiane si sentono soffocare: troppa burocrazia e nessun passo coraggioso sul fronte del fisco, anzi. A tal punto che denunciano: “Burocrazia e Fisco?” Roba da Matti ! E lo stampano su delle “camicie di forza” che diventano il simbolo di uno Stato che le imprigiona e che si comporta in modo schizofrenico. Queste le richieste al Parlamento contro le Complicazioni fiscali e l’appello alle coscienze affinché le imprese non vengano più usate come “bancomat”.  


Approfondisci

  Alimentaristi artigiani ed esercizi di vendita e somministrazione alimenti. Obblighi, adempimenti e opportunità Etichettatura nutrizionale degli alimenti seminario tecnico Martedì 28 novembre alle ore 17.00 presso la nostra sede centrale di Castello San Lio si terrà un seminario tecnico organizzato da Confartigianato Venezia in collaborazione con Artambiente s.c.r.l. e sostenuto da EBAV Ente Bilaterale Artigianato Veneto, riservato alle aziende del settore alimentazione. L’incontro intende fare chiarezza su tutta una serie di aspetti, anche di natura applicativa, finalizzati ad orientare al meglio i comportamenti di chi deve applicare le etichette (operatori alimentari) e di chi deve leggerle (consumatori). Questi i principali contenuti trattati: – l’etichettatura di prodotto e gli elementi di rintracciabilità presso l’esercizio alimentare; – il “cartello unico” e le informazioni al consumatore nelle attività di vendita al dettaglio, ristorazione, snack bar, gastronomia, pasticceria, gelateria e panificazione. La partecipazione è libera previa prenotazione obbligatoria e comunque fino ad esaurimento dei posti disponibili. Info: Ufficio Categorie, tel. 041 5299270 – mail: ufficio.categorie@artigianivenezia.it oppure Artambiente, tel. 041 5284230; mail: info@artambiente.com


Approfondisci

Seminario su tutte le opportunità del Welfare aziendale   Segnaliamo un importante incontro che si terrà martedì 24/10 a partire dalle ore 17.30 a San Lio sul tema del Welfare Aziendale, ossia il sistema di servizi a sostegno dei dipendenti/collaboratori con vantaggi fiscali per l’azienda stessa. E’ un tema che riguarda tutte le aziende con dipendenti.  


Approfondisci
10 ott 2017

Come è noto domenica 22 ottobre i veneti sono chiamati a votare per il Referendum e in particolare per chiedere che alla Regione Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia. La nostra Associazione ritiene che, nonostante i dibattiti e il lavoro della stampa locale, permanga ancora molta confusione non solo nel merito del quesito, ma anche sulla reale portata dei risultati.  Non tutti, ma nemmeno molti sanno, infatti, che gli esiti di questo Referendum per esempio non saranno giuridicamente vincolanti, ma serviranno solamente a conoscere l’orientamento della popolazione. Non molti sanno anche che cosa prevede al riguardo la costituzione e quali elementi di autonomia siano possibili da parte delle Regioni nei confronti dello Stato centrale. Per tentare di fare un po’ di chiarezza ed offrire agli imprenditori locali ma in generale anche ai cittadini interessati a presentarsi a questo momento il più possibile preparati, abbiamo organizzato un momento di approfondimento con due esponenti della politica veneziana, esponenti anche di due diversi orientamenti referendari. Si tratta degli Onorevoli Enrico Zanetti, la cui posizione è vicina al SI, e Michele Mognato più vicino all’astensione. Ognuno offrirà ai presenti le proprie ragioni e i propri approfondimenti a cui seguirà un […]


Approfondisci

Contributi a fondo perduto per le aziende venete “in rosa” Al via un servizio informativo e consulenziale   Sul BUR Veneto nr. 77 dell’11 agosto 2017  è stato pubblicato il Bando per l’anno 2017 finalizzato all’erogazione  di contributi in conto capitale  alle imprese a prevalente o totale partecipazione femminile. Evidenziamo che beneficiarie degli interventi  sono le piccole e medie imprese rientranti in una delle seguenti tipologie: a) imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni; b) società, anche di tipo cooperativo, i cui soci ed organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne. ll Bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto, in regime de minimis, in misura pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione di interventi di importo non inferiore a euro 20.000,00 e non superiore a euro 150.000,00. Si sottolinea che le spese ammissibili dovranno essere sostenute e pagate interamente a partire dall’1 gennaio 2017 fino e non oltre alla data di presentazione della domanda (faranno fede la data di emissione […]


Approfondisci

Scuola di leadership fuori porta Competenze trasversali e strategie di business per affrontare le nuove sfide Due fine settimana gratuiti in esclusiva per i Soci Confartigianato Venezia Un innovativo progetto della durata complessiva di 40 ore finalizzato al miglioramento delle competenze di leadership e project management degli imprenditori artigiani e loro stretti collaboratori – Venerdì 13 – Sabato 14 – Domenica 15 ottobre a Castelletto di Brenzone (VR) – Venerdì 17- Sabato 18 novembre a Crespano del Grappa (VI) La partecipazione al percorso è riservata a soli 8 partecipanti. Per informazioni e iscrizioni SCARICA LA SCHEDA INFORMATIVA


Approfondisci